SCARPE NEUTRE VS. SCARPE PRONATORI, DIFFERENZE PRINCIPALI

La pubblicità ingannevole intenzionale è molto comune quando si parla di scarpe e ancor di più quando si parla di scarpe pronatori.

Innanzitutto, come abbiamo già parlato in altre occasioni, l’ impronta è molto più che piedi pronatori o supinatori . Durante il ciclo del cammino ci sono sia movimenti di pronazione che di supinazione che fanno parte della naturale mobilità del piede, l’eccesso di movimento (per pronazione o supinazione) oltre il normale (ROM) sarà quello che può essere patologico o un aumento della velocità di questi anche avere un percorso di movimento normale (velocità angolare).

Sottolineiamo marcando le differenze tra scarpe da corsa neutre e pronanti , poiché l’eccessiva pronazione è solitamente una patologia più frequente dell’eccessiva supinazione (più è la distanza percorsa dalla corsa, più il piede tende alla pronazione per “affaticamento muscolare” aumentando così la sua superficie di appoggio e meccanismi di smorzamento iperattivanti)

La differenza principale è che la scarpa per pronatori tende ad avere maggiore densità nella zona interna della suola, limitandone la compressione in questa zona, “contenendo” così la pronazione del piede (diverse marche di scarpe modificano l’estetica di questa zona per rendere evidente la differenza nella scarpa).

Nelle scarpe con un’elevata correzione della pronazione troviamo anche all’interno della scarpa che il sottopiede ha una forma dell’arco interno molto marcata o determinate inclinazioni nella zona del sottopiede corrispondente al tallone che controllano o riducono la pronazione.

“Un professionista esperto in podologia sportiva è colui che dovrebbe segnare le nostre linee guida per l’acquisto di scarpe sportive”

Chiedi Taglia
A causa del particolare momento non possiamo essere sicuri di avere tutte le taglie di SCARPE NEUTRE VS. SCARPE PRONATORI, DIFFERENZE PRINCIPALI quindi richiedi prima di acquistare